Iscriviti ora e inizia a pagare a Gennaio

Palestra o divano? Come fare la scelta sana

A volte è difficile trovare la forza di volontà per allenarsi? Kate Cracknell ci svela cinque ottimi consigli per non perdere la motivazione

Hai deciso di andare in palestra questa sera, ma uno dei tuoi amici suggerisce di vedersi per un bicchiere di vino o uscire a cena. Oppure hai avuto una lunga giornata di lavoro, sei stanco e vuoi solo crollare sul divano. In qualche modo la determinazione che avevi la mattina sparisce e la palestra è rimandata a “domani”.

Tutto ciò non ti è nuovo?

Si tratta di uno scenario con cui si confronta la maggior parte di noi: trovare la motivazione per andare in palestra quando ci sono così tante altre cose che preferiremmo fare! La buona notizia è che esistono modi per mantenere alto il livello di motivazione. I nostri cinque suggerimenti preziosi:

1. Trova il tuo “perché”, il tuo motivo per allenarti

“La motivazione è il carburante”, afferma Philippe Godin, professore di psicologia dell’attività fisica e dello sport alla UCL di Bruxelles. “È la motivazione che spinge ad allenarsi intensamente e a lungo per raggiungere i propri obiettivi, che fa resistere al dolore, che incoraggia a fare sacrifici per cercare di diventare l’atleta che si sa di poter essere”.

Ma senza un traguardo da raggiungere, sia che l’atleta dentro di te sia un runner delle 20 km o semplicemente qualcuno che desidera rimettersi in forma e perdere peso, è difficile rimanere motivati. Il “perché” dell’allenamento è un fattore chiave.

Quindi qual è il tuo “perché”? Qual è il tuo obiettivo finale, ma anche al di là di questo, perché è importante per te raggiungere questo traguardo?

2. Monitora i tuoi progressi per mantenere alto il livello di motivazione

Il Dr Paul McCarthy, psicologo sportivo e docente della Glasgow Caledonian University nel Regno Unito, spiega: “La maggior parte delle persone va in palestra con un obiettivo, ma non sa come realizzarlo. È armata di buoni propositi e motivazione ma ha bisogno di una strategia, e in seguito di feedback, per raggiungere i propri traguardi; altrimenti i buoni propositi e la motivazione svaniscono”.

La strategia può essere fornita dai consulenti del benessere e dai personal trainer di Aspria, ma quali sono le possibilità in termini di feedback oggettivo?

In realtà ce ne sono molte, non da ultimo AspriaPro, il programma di valutazione approfondita della salute e del benessere unico di Aspria, che copre ogni aspetto, dalla pressione sanguigna alla resistenza cardiovascolare, in cui appuntamenti di controllo monitorano i progressi fatti rispetto alle rilevazioni precedenti.

Ma se sei socio di un club che non ha ancora AspriaPro, non temere: esistono molti altri modi per tenere traccia dei tuoi progressi.

Se perdere peso è il tuo scopo principale, puoi investire in bilance intelligenti in grado di indicare l’equilibrio tra massa muscolare e adiposa; forse non hai perso peso, ma se la massa muscolare aumenta e quella adiposa diminuisce, avrai una forma fisica migliore e brucerai più calorie anche a riposo.

Se il tuo obiettivo è migliorare la forma fisica o i tempi di corsa, esistono centinaia di applicazioni e sistemi indossabili che possono integrare gli input del tuo personal trainer o consulente del benessere: applicazioni che mostrano grafici dei passi effettuati, delle calorie bruciate, del tempo impiegato per percorrere determinate distanze, e chi più ne ha più ne metta; è probabile che esista un’applicazione che mostri esattamente i dati che desideri monitorare.

È anche possibile scegliere una modalità a bassa tecnologia, come spiega Lionel Gonnet, personal trainer per Aspria a Bruxelles: “Pesarsi su una bilancia normale non ha senso, perché non misura la massa adiposa e può essere molto demotivante”.

“Se i miei clienti non hanno accesso a strumenti di analisi corporea ed esami del sangue intelligenti, li incoraggio a riconoscere i risultati da soli: ad esempio semplicemente guardandosi allo specchio o sentendo il cambiamento quando indossano i vestiti”.

3. Trova quello che ti piace fare, in modo che l’allenamento sia divertente e non ti pesi

Se è facile dissuaderti dall’andare ad allenarti, potresti semplicemente non essere un patito della palestra. Va bene. Fare esercizio non significa per forza andare in palestra, si tratta semplicemente di fare movimento e aumentare il battito cardiaco, nel modo che più ti piace.

L’importante è trovare un’attività che ami veramente fare, in modo che l’allenamento non ti pesi ma sia qualcosa che non vedi l’ora di fare e che ha la priorità.

Come spiega Gonnet: “Esistono due forme di motivazione: intrinseca ed estrinseca. La prima è quando si è motivati dall’attività stessa, dal piacere che deriva da tale attività. La seconda riguarda la motivazione che si trae dalle conseguenze dell’attività: ottenendo risultati positivi o evitando effetti negativi.

“Nel fitness, sono necessarie entrambe: è necessario vedere i risultati per rimanere motivati, ma ci si deve anche divertire. Senza tutto ciò, la motivazione non durerà”.

Quindi da quale attività ottieni una motivazione intrinseca? Ti piace andare a fare una passeggiata o un giro in bici? Forse il nuoto fa al caso tuo oppure il tennis o la pallavolo. O forse c’è un corso che cattura la tua immaginazione, dall’antigravity yoga alla danza al pugilato.

Questo è il campo in cui Aspria si trova veramente a suo agio: con la vasta gamma di attività per il benessere offerte, ognuno può trovare qualcosa di suo interesse. Ti suggeriamo di continuare a provare tutto finché non avrai trovato l’attività che ti soddisfa di più!

4. Trova un compagno di allenamento, qualcuno che non puoi abbandonare

Non c’è niente di meglio che sentirsi responsabile nei confronti di un’altra persona per aiutarti a mantenere le tue promesse di fare movimento: se ti metti d’accordo per allenarti con un amico e poi molli, non deludi solo te stesso ma anche lui.

Questo può essere un’ottima spinta per la motivazione, non solo a breve ma anche a lungo termine, come mostrato da dati del Regno Unito: in uno studio condotto da The Retention People, i soci che hanno trovato un amico in palestra, qualcuno con cui allenarsi, avevano il 40 % in meno di probabilità di perdere la motivazione e disdire il proprio abbonamento di chi non aveva un compagno di allenamento.

5. La noia è il nemico, quindi mantieni vivo l’interesse

Se cominci ad annoiarti nella tua routine di allenamento, è probabile che la tua motivazione diminuisca. Variare è fondamentale, non cadere nella routine.

Ad Aspria, raccomandiamo di aggiornare regolarmente il programma di esercizi, per continuare a fare progressi piuttosto che adagiarsi sugli allori e continuare a divertirsi, due aspetti essenziali per mantenere la motivazione.

Saremmo lieti di creare un nuovo programma personalizzato appositamente per te quando ne sentirai il bisogno, quindi non esitare a chiedere al nostro Staff direttamente in palestra in qualsiasi momento!


Scopri di più sulle membership Aspria qui.


Contattaci ora.

Una persona del nostro team ti contatterà per un tour personalizzato.